Finale scudetto. L’Ekipe Orizzonte piega Padova ai rigori. Si va a gara cinque .

Questa volta i rigori premiano Catania che batte 10-8 il Plebiscito e trascina la sfida all’ultimo round. Serie della finale scudetto sul 2-2. Il titolo sarà assegnato a Padova mercoledì 9 giugno; gara cinque in diretta su Rai Sport + HD dalle 18:00.
La partita è molto equilibrata, come lo sono state le tre precedenti. Prima parte di marca catanese (4-1 e 6-3) e seconda con le venete che inseguono il pareggio che arriva con Ranalli a 3’20” del quarto tempo. Ai rigori vince l’Orizzonte con Palmieri e Vukovic che realizzano i due decisivi, facendosi perdonare entrambe i clamorosi errori commessi davanti alla porta nel terzo e nel quarto periodo.

La partita. Fischio d’inizio anticipato di qualche minuto. Ritmo elevatissimo e squadre che cercano sempre la profondità. Queirolo accende Padova dopo cento secondi, Catania ruggisce e chiude il primo tempo 3-1; tre gol e altrettante occasioni mancate. La squadra di Martina Miceli è in fiducia e trova con facilità le conclusioni dal perimetro; le ragazze di Stefano Posterivo si rendono pericolose nelle ripartenze. Vukovic si divora la palla del 7-3 e Padova accorcia a -1 con la sciarpa di Cocchiere e il rigore trasformato da Ranalli. A metà gara Padova ha già tre difensori con due falli gravi, ma c’è poco da fare calcoli. Zero gol nel terzo tempo; troppo frettoloso il Plebiscito nelle conclusioni, poco precisa L’Ekipe in fase di superiorità numerica (alla fine la media sarà di 2/12). Nel quarto tempo subentra tutta la stanchezza fisica e mentale delle ragazze in vasca. Anche un solo gol potrebbe diventare decisivo per l’una o per l’altra. Due buone occasioni per Padova: nella prima Dario strozza la conclusione, nella seconda Gorlero para il missile centrale di Ilaria Savioli. Poi è la volta di Catania ad andare vicina al gol: Teani ha una grande intuizione sul tiro di Emmolo, poi Palmieri spreca a porta spalancata toccando male e debolmente la girata da scarsi due metri. Il pareggio arriva al minuto 3’20” per mano di Ranalli che firma la tripletta personale. Ai tiri di rigore, però, Ranalli colpisce la traversa e come lei sbaglia Millo (palo). L’Ekipe segna con regolarità grazie a Barzon, Marletta, Palmieri e Vukovic. Match point annullato. Si va alla bella.

Finale scudetto A1 F – al meglio delle cnque partite
tutte in DIRETTA RAI SPORT + HD

Gara 1 – venerdì 28 maggio
Padva – Centro Sportivo Plebiscito, Plebiscito Padova-L’Ekipe Orizzonte 13-12 dtr (9-9)

Gara 2 – domenica 30 maggio
Padova – Centro Sportivo Plebiscito, Plebiscito Padova-L’Ekipe Orizzonte 8-9

Gara 3 – venerdì 4 giugno
Catania – Piscina Francesco Scuderi, L’Ekipe Orizzonte-Plebiscito Padova 12-14 dtr (11-11)

Gara 4 – domenica 6 giugno
Catania – Piscina Francesco Scuderi, L’Ekipe Orizzonte-Plebiscito Padova 10-8 dtr (6-6)

Gara 5 – mercoledì 9 giugno
Padova – Centro Sportivo Plebiscito, Plebiscito Padova-L’Ekipe Orizzonte alle 18.00

Frank_Catania_una _Fede

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

45° Puntata Corner 2020-21 Ospite Francesco Baldini

Lun Giu 7 , 2021